KICK BOXING (SEMI-LIGTH-FULL CONTACT).

Maestro Alberto Leonardi

Maestro Cintura Nera 4° Dan Alberto Leonardi

La nascita della Kick Boxing

La Kick Boxing è una disciplina sportiva nata dalle arti marziali orientali, adeguando lo stile per fini di tipo agonistico: nasce negli USA negli anni ’70.
In quel periodo si ha un vasto panorama di attività nel mondo delle arti marziali, tra le quali il Point Karate, disciplina marziale a contatto diretto con il corpo, nella quale dopo ogni tecnica portata a segno, veniva interrotto l’incontro per assegnare il punto (il moderno semi-contact).
T. Fujiwara il simbolo della kickboxing giapponese degli anni ’70, che in un certo modo creò anche il look della kickboxing, iniziò la sua pratica ed esemplare carriera sotto la guida del leggendario maestro K. Kurosaki. La kickboxing dunque era là pronta per essere “importata”. Nel contempo un noto americano di nome Joe Lewis, al quale oggi si va attribuendo il titolo di più rispettabile pioniere, prima dell’idea del fullcontact, e successivamente, nominato padre della kickboxing americana. Proveniente dal karate, lanciòr primo l’idea di praticare il karate fullcontact con guantoni e K.O. su ring. Ne sperimentò le prime regole in modo da poter unificare sotto un unico tipo di combattimento svariati stili, che allo stesso tempo risultasse valido, senza rovinare l’aspetto tecnico. L’alba lucente del karate full contact americano o american karate free style era iniziata.
Ufficialmente nasceva poco prima della metà degli anni settanta e si trovava giusto a mezzo, tra il karate tradizionale e la kickboxing giapponese.

kick boxing coppa del mondo

L’ascesa

Grazie a Joe Lewis e al coetaneo Bill “Superfoot” Wallace, le più note riviste catalogavano questo come il nuovo metodo di combattimento, consacrando questi due campioni come protagonisti della nuova era. Da là a poco sulla stessa scia dei due leggendari americani, un altro noto connazionale, Benny “The Jeet” Urquidez, passò senza difficoltàal karate al full contact, la più pura kickboxing giapponese, portando quest’ultima ai più alti e rispettabili consensi in tutto il mondo, con tanto di rispetto da parte dei giapponesi stessi. Egli così facendo si consacrò a leggenda americana della kickboxing e sono ben note le sue imprese nei ring contro i più svariati campioni.
Nel 1974 la KickBoxing prende inizialmente il nome di “Full Contact Karate”. Nello stesso anno, il 14 settembre, venne organizzato il primo campionato del Mondo Pro di Full Contact, nella Los Angeles Cow Sports Arena. Nel ’76 gli stessi organizzatori dell’evento fondarono la WAKO, che a quei tempi era l’acronimo di WORLD ASSOCIATION OF ALL-STYLE KARATE.
Due anni dopo, era il 1978, si svolse il primo Campionato del Mondo ufficiale di Full Contact Karate, il secondo nel ’79. Da allora ogni due anni si è sempre disputata la competizione. Dato il successo che il Full Contact Karate ebbe in Europa, cominciarono anche i primi contrasti con le Federazioni di Karate esistenti, che insorsero contro questa nuova disciplina a causa delle diversità con il tradizionale Karate.
Così nel 1980 la WAKO cambiò nome alla disciplina, chiamandola appunto KickBoxing (che significa “calciare boxando”), e a questo punto WAKO divenne acronimo di WORLD ASSOCIATION OF KICKBOXING ORGANIZATION (da non confondere con la Japanese Kick Boxing nata in oriente negli anni sessanta).

pugilato occhi della tigre

E in Italia?

Grazie a due noti maestri italiani, il karate americano fullcontact approdava in Italia a partire dal ’77. Agli inizi degli anni ’80, per merito del noto maestro Ennio Falsoni, sbarcò anche il leggendario Benny “The Jeet” Urquidez con la sua kickboxing, “recando stupore ai primi fullcontactisti italiani”. In quasi tutta Europa, a cavallo tra gli anni settanta e ottanta, si diffondevano nelle palestre queste nuove pratiche e in alcuni Stati veniva praticato sia l’american karate fullcontact sia la kickboxing. In altri per la maggiore veniva più accreditato il karate fullcontact come in Italia, o in Francia sotto il nome di Boxe Americaine. Mentre in Olanda, per citare una tra le scuole più famose, la scia e la bravura del leggendario Fujiwara e del funambolico Benny “The Jeet” Urquidez consolidava la kickboxing. Oggi diverse scuole come questa si sono specializzate nel combattimento ed includono la pratica del fullcontact come preparazione base per passare poi alla forma più avvincente di combattimento, come la kickboxing o la thai kickboxing.

Le protezioni

A conclusione di questo tipo di regolamento sportivo erano necessarie delle protezioni sicure, come guanti e scarpe da combattimento, che dessero garanzia e diversità. Grazie al noto maestro coreano Jhoon Ree fu possibile adottare e migliorare, le protezioni da lui stesso ideate per il suo TKD. Diventarono così equipaggiamento integrante per il karate full contact, permettendone lo sviluppo dell’allenamento e del combattimento.

La disciplina

Il kb comprende colpi di braccia tipici del pugilato (diretti, ganci, montanti) e calci delle varie arti marziali orientali (karate, taekwondo, ecc.); tra il light contact e il full contact la differenza fondamentale è l’intensità dell’impatto dei colpi, infatti nei combattimenti light non vale il K.O. diversamente dal full. Adatto anche alle ragazze, sia per il completo movimento di tutte le zone muscolari del corpo, sia per una efficacissima difesa personale. Con un costante allenamento inoltre si riesce a fortificare sia il fisico che la mente: il primo aumentando resistenza, forza,tonicità e velocità, il secondo tendendo a perfezionare ogni singolo movimento e superare i propri limiti spostando la soglia della fatica e del dolore.
Naturalmente per raggiungere certi livelli o obbiettivi bisogna dare prova di notevole forza di volontà, pazienza e costanza.

Orari

Principianti:
Martedì e Giovedì dalle 20.00 alle 21.30

Intermedi e Avanzati:
lunedì e mercoledì dalle 20 alle 22



One Comment

  1. Stefano 11 settembre, 2014 12:24 pm Reply

    Buon giorno, io sarei interessato al corso di kick boxing,e vorrei chiedere quando iniziano i corsi per adulti. Grazie

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

ACCADEMIA DISCIPLINE OLISTICHE L'ANGELO GUERRIERO - Associazione sportiva dilettantistica
Via Roma, 3 36030 Zugliano (VI) Tel.: 0445-872200 cell.: 393-9211718 C.F. 93034300249 - info@angeloguerriero.it